Strategia Digitale, Consulenza e Progetti Web, eCommerce, SEO, Social Media

Dieci regole per migliorare subito la tua scrittura

748

Scrivi i contenuti di un sito web? Hai un blog? Scrivi i contenuti di landing page o di banner, adv, e content marketing? Scrivi spesso DEM, newsletter o mail importanti e critiche a clienti o prospect ? Allora questo è un post che devi conservare. E condividere con i tuoi colleghi.

OK, immagina di avere scritto un testo. L’hai scritto di getto. Rapidamente. perchè dovevi farlo in fretta. Sei abituato a rileggerlo e editarlo il giorno dopo? Se non lo fai, prendi questa abitudine. Edita e rivedi il testo il giorno dopo. E applica queste dieci regole, per renderlo efficacissimo.

Le principali regole per scrivere meglio su Web, DEM, Blog, email, ovunque

L’editing  di un testo, ovvero la sua correzione e miglioramento, si basa su due capacità fondamentali: 1.saper riconoscere i punti di debolezza e 2.sapere come sistemarli. Si tratta di una attività critica dell’intero processo di scrittura, ed è spesso sottovalutato. Dopo tutto, se non sai riconoscere che c’è un problema, come puoi essere capace di sistemarlo?

Ecco perchè se passi la maggior parte del vostro tempo a scrivere contenuti, questo post ti piacerà. Ti piacerà perchè alla fine avrai con te un esercito di 10 azioni specifiche di correzione/creazione del testo che renderanno il tuo post o il tuo articolo più irresistibile, accattivante, coinvolgente di quanto fosse prima della tua revisione.

Sia che tu stia creando una landing page, un articolo di un blog, una mail, una DEM, una newsletter, un annuncio adv o una pagina web, operare le seguenti azioni avrà un profondo impatto sui tuoi lettori. Un lettore meravigliato, toccato, punto nel vivo, su qualsiasi tema si tratti, è esattamente ciò che il marketing più desidera. E porterà i lettori a essere più propensi a operare la call-to-action pensata.

Ecco come produrre, editare e rivedere un testo come un professionista.

1) Inizia con domande che portano il lettore a rispondere “si”.

L’idea è la seguente: più porti il lettore a rispondere mentalmente “si” alle tue affermazioni (oneste e accurate.. mi raccomando), più facilmente i lettori saranno propensi a continuare a dire “si” e, in definitiva, a armonizzarsi con il tuo messaggio. Come mai? Perchè sentiranno di essere compresi, proprio come se tu sapessi esattamente come stanno le cose.

Fai dire mentalmente “si” a ripetizione ai tuoi lettori: avranno la sensazione che il tuo prodotto / servizio può aiutare a risolvere il loro problema. Almeno, dovrebbe.

2) Premi il tasto “Return” due volte ogni 1-3 paragrafi.

Come sai, premere Return due volte lascia una riga bianca tra i paragrafi. Ma solo perchè lo spazio è privo di parole, non significa che ciò non serva ad uno scopo preciso. Esattamente come i fotografi e i designer usano lo “spazio negativo” per creare un punto focale, chi scrive usa gli spazi bianchi per crare enfasi e attirare attenzione verso qualcosa che è importante.

Spazi e righe bianche rendono meno intimidatorio e più leggibile ciò che si scrive. Contribuisce a strutturare il messaggio in un quadro pulito ed elegante, nel quale invitiamo il lettore a tuffarsi.

 

Usa lo spazio bianco, per isolare i concetti fondamentali.

 

3) Evidenzia i benefici fondamentali

Evidenziare i benefici porterà immediatamente al lettore le informazioni che devi assolutamente far loro sapere. La formattazione di qualsiasi tipo (sottotitoli, grassetto, italico, sottolineato, maiuscolo, link, etc.) ti aiuterà a catturare e a mantenere l’attenzione del lettore. Ciò accade perchè il nostro cervello è abituato e sensibile a notare i cambiamenti.

Immagina di guardare un film, e passare da un monologo ad un dialogo nella stessa scena. Oppure vedere che tra le due scene c’è uno sfumare completamente a nero. Questo cattura la tua attenzione, vero? “C’è qualcosa di nuovo”, pensa il tuo subconscio. “Qualcosa di importante. Concentriamoci”.

4) Isola le informazioni importanti usando i bullet

Vacci piano, quando scrivi, a richiedere attenzione al lettore.

Considera che il lettore deve concentrarsi e comprendere istantaneamente ogni parola e ogni punteggiatura e formattazione che gli metti davanti. E devono fare il tutto online, quando l’attenzione è particolarmente bassa. Quindi aiutali. Liste a bullet o liste numerate aiutano a:

  • Organizzare il tuo messaggio, rendendolo più facilmente scansionabile e leggibile.
  • Evidenziare i punti fondamentali e altri pezzi di informazione essenziali.
  • Dopo il titolo e i sottotitoli, bullet e liste numerate sono l’elemento che si nota di più

5) Inizia delle frasi con “Immagina se”, “Ti ricordi quando” o “Pensa se”

Questi termini sono veri e propri interruttori. Fanno in modo che il lettore capisca che gli stai raccontanto una storia, o sollecitando un ricordo, o dipingendo un quadro. La gente ama questo tipo di comunicazione. Lo hanno sempre amato.

Pensa in questo modo: i termini “immagina se ” all’inizio di una frase o di un paragrafo hanno la stessa funzione del titolo dell’episodio della tua serie tv preferita. Ti segnala che stai per avere una esperienza che ti piacerà. Crea una sensazione anticipatoria. Crea suspance. E ti terrà coinvolto in qualsiasi situazione, sia che tu stia guardando la tv o leggendo una email.

6) Includi la parola “perchè” il più spesso possibile.

“Perchè” è una altra parola che funziona da interruttore. Fa sapere ai tuoi lettori che stanno per sentire una giustificazione, la ragione di qualcosa, il che è eccellente per ottenere il consenso delle persone.

Un principio ben affermato del comportamento umano dice che quando chiediamo a qualcuno di farci un favore, avremo più successo se forniamo una ragione valida. Semplicemente, le persone preferiscono avere delle ragioni per quello che fanno. Come mai? Perchè la scienza lo dimostra. Nota anche che la parola “perchè” ha lo stesso effetto sia su carta che a voce, di persona.

7) Converti le frasi in forma attiva

Niente distrugge la qualità della tua scrittura come l’uso e l’abuso di una forma passiva. Come si risolve? Convertendo le frasi in forma attiva.

“Forma attiva” significa che il soggetto di ogni frase sta eseguendo una azione piuttosto che riceverla, nel qual caso si parla di forma passiva. Per esempio:

  • Forma attiva: Usain Bolt ha conquistato il record mondiale.
  • Forma passiva. Il record mondiale è stato conquistato da Usain Bolt

Hai notato come la forma attiva sia piu’ forte e confidente? La forma passiva è più debole e… sgonfia. Sembra più un fatto occasionale, trascurabile, tipo “si può fare di meglio”.

Per controllare l’esistenza di forme passive nel tuo testo, cerca nel testo la parola “da”. Identificherai immediatamente le frasi in cui il soggetto sta ricevendo una azione, piuttosto che farla.

8) Riscrivi tutto in seconda persona.

Scrivere in seconda persona è il modo narrativo più coinvolgente, perchè è il più personale. Pronomi come “tu”, “tuo”, “tuoi” aiuteranno il lettore a riconoscersi in quello che stai dicendo, e, conseguentemente, nella storia che il tuo prodotto o servizio sta cercando di raccontare.

I testi che risultano più efficaci sono quelli che riescono a parlare al lettore ad un livello intimo. Si connettono con loro, il che è un risultato notevolmente complesso da raggiungere. Scrivere in seconda persona aiuta a raggiungere questo livello di coinvolgimento.

9) Conta gli avverbi, e dimezzali.

O, meglio, dimezzali. E poi dimezzali ancora. Come mai? Perchè gli avverbi sono molto, molto abili nell’indebolire la tua scrittura.

Se vuoi che la tua scrittura davvero prenda per il collo il lettore senza mollarlo più, sostituisci quella combinazione così-così di avverbio-verbo con un singolo verbo potente. Per esempio, invece di scrivere “Era molto arrabbiato” scrivi “Era furioso”. Oppure invece di scrivere “Gli avverbi sono molto, molto abili nell’indebolire la tua scrittura”, puoi scrivere “Gli avverbi sabotano le frasi interessanti“.

10) Trasforma la tua Call-to-Action in una Call-to-Value

Prima di pubblicare la tua landing page, o inviare la tua email, ricontrolla le tue call-to-action (il testo finale che dice al tuo lettore cosa deve fare). Assicurati che sia breve e chiaro, evidente e ben visibile, urgente e coinvolgente. Soprattutto, assicurati che comunichi  al lettore i suoi benefici.

Per esempio, se sei un rappresentante o un agente, non lasciare che un tuo testo di Call-To-Action suoni come “Chiama ora per un preventivo gratis” o qualcosa di simile. E’ un po’ poco ispirato. Porta invece i tuoi lettori all’azione con un colpo di scena: “Chiama ora, e cambia tutto” “Clicka adesso, e parti domani”.

Fai in modo che i tuoi lettori si riconoscano nell’azione, e saranno più propensi a farla.

Sei pronto?

In definitiva, Fare editing di testi non è semplice. Ci vuole esperienza e carattere per cambiare un’opera creativa come un testo. Ma ricordati, lo stai facendo per una ragione: per rendere la tua scrittura più forte e più chiara. Alla fine operare queste modifiche richiederà si più tempo e più sforzo. Ma il tuo editing farà aprire più email, farò più condivisioni, e più conversioni. E ne sarà valsa la pena.

 

Dieci regole per migliorare subito la tua scrittura - Alberto Pozzi Web Manager

 


Alberto Pozzi, Web Manager, progetta e sviluppa soluzioni web e progetti digitali per aziende. Si occupa di strategia digitale, web project management, siti responsivi, social media, progetti SEO, eCommerce, content management.


Commenta