Strategia Digitale, Consulenza e Progetti Web, eCommerce, SEO, Social Media

Scegliere il dominio del tuo sito: tre regole e cinque tool gratis

656

Devi scegliere il nome del tuo sito? Devi acquistare un nuovo dominio, efficace e memorabile, per il tuo nuovo sito?

Hai deciso di aprire un nuovo sito o un blog, e di acquistare un nuovo dominio? E magari il dominio che cercavi risulta occupato? Non sai come trovare un nome incisivo, efficace per il tuo nuovo progetto web?

La scelta del nome del tuo web è molto importante. Oltre a essere il nome di battesimo del tuo progetto, deve anche contribuire a facilitare il posizionamento del tuo sito su Google e sui motori di ricerca, e quindi deve seguire alcune regole.

Ecco alcuni semplici consigli per decidere con facilità e creatività il nome del tuo nuovo dominio .it , o .com , o .biz , o qualsiasi altro.

Le cose più importanti che devi tenere a mente sono riconducibili a tre regole essenziali per il tuo nuovo dominio web:

1) Breve.

Il nome del dominio deve essere breve, relativamente breve, facilmente memorizzabile, e non confondersi con altri. E’ vero che la stragrande maggioranza degli utenti che arriverà sul tuo sito non digiterà il dominio, ma lo raggiungerà dopo che lo ha trovato su Google, su un advertising, su un link su Facebook o su Twitter. Tuttavia, coloro che lo digiteranno, avranno il più probabilità di sbagliare la digitazione se il nome del dominio è più lungo di, diciamo, 10 caratteri, oppure contiene trattini (-) oppure numeri, oppure lo zero. Quindi tienilo semplice, corto, possibilmente solo con caratteri alfabetici.

2) Fedele.

Il nome del dominio deve rispecchiare il più fedelmente possibile il nome dell’attività o il core business. Non c’è nulla di peggio che disorientare il tuo utente o cliente fin dal primo impatto, oppure generare in lui il sospetto che ti occupi di altro rispetto a quanto sta cercando. Indica nel tuo dominio almeno un termine che indichi con chiarezza e senza possibilità di errore o confusione di che cosa ti occupi.

3) Le Keyword.

Il nome di dominio dovrebbe contenere la tua keyword principale. Prima di partire con il tuo progetto, armati di keyword. Stabilisci fin dall’inizio quali saranno i termini che userai di più. E fissa i tuoi Big 5. Ovvero cinque singoli termini che, eventualmente combinati, saranno continuamente presenti nei tuoi contenuti, nei tuoi riassunti, nei tuoi claim. Quelli, e non altri. E saranno i termini sulle cui ricerche punterai di comparire bene in vista nei risultati dei motori di ricerca. Bene, individua tra questi cinque quale è The Big One. E’ essenziale che il tuo dominio contenga The Big One, il termine più importante. Se, come è probabile, il dominio con il tuo Big One è occupato, abbinagli un altro termine, quello più sensato dei Big 5.

Cinque tool gratis per trovare il nome dominio web

Ecco qualche tool particolarmente utile per aiutarti a definire il nome del tuo dominio.

DomainFellow.com: Partendo da una keyword e indicando il settore merceologico o di servizi, questo tool fornisce almeno 30 possibilità sensate di combinazione con altre keyword a cui magari non hai pensato. E il risultato te lo puoi inviare per email. English only. Adatto solo all’inglese.

InstantDomainSearch.com: Indicando il dominio a cui sei interessato, ottieni con una velocità strabiliante (mentre digiti) se il dominio è occupato, a chi appartiene (passando a WhoIs), quali domini correlati sono disponibili, quanto costano, e eventualmente fare una offerta di acquisto. Anche italiani. Strabiliante.

NameBoy.com: Indicando due parole chiave, ti informa se il dominio più ovvio è libero o no, e circa altri 30 suggerimenti di dominio con termini leggermente variati, con l’indicazione della disponibilità di .com, .net, .org, .info. Simile a DomainFellow, ma, mi pare, meno efficace. Funziona anche con termini italiani, ma funziona meglio con termini inglesi.

DomainNameSoup.com: Gestito da un wizard, inserendo le tue parole chiave, ottieni una cinquantina di combinazioni e diversi suggerimenti con parole aggiuntive. Diversi wizard specifici possono intervenire sulle tue parole chiave per modificare le proposte di nuovo dominio. Specifico per termini inglesi.

GoDaddy.com: Inserendo le tue parole chiave, ti vengono elencati i domini liberi (e il relativo prezzo) per ogni tipologia di TLD (.com, .info, .biz, etc.). Offre un interessante servizio di mediazione per acquistare dal legittimo proprietario un dominio già preso, nonchè un servizio di backorder, che ti avvisa quando il dominio si libera. Italian friendly, anzi, c’è proprio la versione italiana: http://it.godaddy.com/


Alberto Pozzi, Web Manager, progetta e sviluppa soluzioni web e progetti digitali per aziende. Si occupa di strategia digitale, web project management, siti responsivi, social media, progetti SEO, eCommerce, content management.


Commenta