Strategia Digitale, Consulenza e Progetti Web, eCommerce, SEO, Social Media

Link Building: 11 strade per migliorare il ranking del tuo sito

622

Come ottenere link verso il tuo sito da altri blog o da altri siti ? Come convincere blogger, redattori, utenti social e chi gestisce altri siti internet esterni a introdurre nei propri contenuti dei riferimenti al tuo sito e ai tuoi contenuti? Come disporre di “inbound link” verso i propri contenuti? Ecco undici regole per costruirsi una eccellente rete di collegamenti in rete, e operare al meglio il proprio “link building”.

Cos’è il Link Building

Shortcut: so già cos’è il Link Building, mostrami subito le 11 strade per migliorare il mio Link Building »

Perchè migliora il tuo business

Come è noto, avere il proprio sito in cima agli esiti di ricerca di Google con parole chiave pertinenti alla propria attività comporta un importante vantaggio non solo comunicazionale ma strategico. Operativamente, ciò si traduce in una grande visibilità e traffico di utenti e contatti sempre freschi e interessati, migliorando complessivamente la comunicazione del marchio e del business della tua azienda, nonchè dei suoi prodotti e servizi.

Tre fondamentali attivita SEO

Tuttavia, per portare le proprie pagine in cima ai risultati di ricerca di google e degli altri motori di ricerca, sono necessari tre ordini di interventi e attività:

  1. Produrre dei contenuti fortemente consistenti basati su parole chiave,
  2. Ottimizzare le pagine e la navigabilità del proprio sito
  3. Rendere popolari le pagine del proprio sito.

I motori di ricerca, e Google in particolare, sono in grado di indicizzare ogni pagina del vostro sito valutando ciascuno di questi aspetti, e riassumendo la valutazione fatta in un ranking, che diventerà il parametro che stabilirà l’ordine di apparizione delle pagine nei risultati di ricerca. Maggiore  è il ranking che ottenete per le pagine del vostro sito, più in alto le pagine compariranno nei risultati di ricerca.

Ottenere link, popolarità senza limiti

Notate che i punti 1. e 2. di cui sopra possono essere aumentati, ma solo fino ad un certo limite, e oltre non si può andare; invece la popolarità del vostro sito non ha virtualmente limiti, ovvero non ci sono limiti al numero di link che potete ottenere da altri verso il vostro sito. Una volta ottimizzati i testi e la navigabilità del vostro sito, la cosa migliore che potete fare per migliorare progressivamente il vostro ranking è esattamente ottenere link da altri siti. Google premia con estrema generosità i siti che risultano molto citati su internet, e l’importanza di questo fattore è tale da superare gli altri due aspetti. Ovvero, è come dire che anche se il vostro sito non fosse scritto bene e non fosse ottimizzato per il SEO, ma fosse molto popolare, bene, allora Google lo presenterebbe comunque in cima ai risultati di ricerca.

La complessità del Link Building

Ottenere link da siti esterni al proprio è l’attività che viene chiamata Link Building. Si tratta di una attività per certi versi lunga, complessa e faticosa, in quanto richiede di operare soprattutto con interlocutori umani, richiede di essere persuasivi e convincere i tuoi interlocutori a includere nei propri contenuti un riferimento alle vostre pagine. E questo genere di attività richiede molto tempo e attitudine a mantenere buoni rapporti.

Attività a medio e lungo termine

Tuttavia, il Link Building è una attività che ha due caratteristiche interessantissime per la vostra attività o business: per prima cosa quando avrete superato un certo livello di diffusione e di popolarità, i vostri contenuti tendono a diffondersi da soli senza vostri interventi particolari, creando un potentissimo effetto di diffusione esponenziale; secondariamente, il tipo di riconoscimento che ottenete con link verso il vostro sito tende ad essere di lunga e lunghissima durata sui motori di ricerca. Si tratta quindi di un’attività da progettare a medio e lungo termine per ottenere risultati a medio, lungo e lunghissimo termine.

Undici strade per il Link Building

Ma, operativamente, quali sono le tattiche e le regole da mettere in pratica per ottenere link da altri siti? Ecco undici suggerimenti.

1. Produrre e diffondere i vostri articoli redazionali

Produrre e diffondere i vostri articoli redazionali corrisponde a operare Article Marketing. Si tratta di una forma di marketing con la quale un’azienda promuove il suo marchio o i suoi prodotti attraverso la pubblicazione di articoli redazionali. La pubblicazione degli articoli può avvenire attraverso la segnalazione a specifici siti nati esclusivamente per l’Article Marketing, oppure tramite la partecipazione a blog e a riviste online specializzate nel proprio settore. L’obiettivo di una campagna di Article Marketing è aumentare la disponibilità in rete di documenti autorevoli e interessanti con i vostri riferimenti. Producete articoli interessanti e originali, e passateli a riviste del vostro settore e a siti di Article Marketing.

2. Produrre e distribuire comunicati stampa

Proprio come accadeva prima della comunicazione digitale, create un comunicato stampa su un evento, un’attività, un prodotto, un traguardo, un nuovo inizio che riguarda la vostra attività, inserendo i riferimenti al vostro sito. Inviatelo ai soggetti che possono essere interessati: riviste, portali, blog, etc. Se non avete già a disposizione una lista completa, rivolgetevi ad una agenzie di comunicazione, o di pubbliche relazioni – PR. Una volta inviato, il comunicato verrà copiato e incollato, o leggermente modificato, e pubblicato online con i vostri riferimenti.

3. Usare i Social Media

Se avete sviluppato una corretta strategia per l’uso dei social media, diffondere i vostri contenuti e ottenere link sarà molto semplice e efficace, e otterrete ciò che per ciascun social media è il corrispondente segnale di apprezzamento: like, share, repost, retweet, repin, etc. , che verrà notato dai motori di ricerca quando supererà una buona soglia di rilevanza. Postate quindi contenuti sui vostri social e chiedete di farlo anche ad altri profili rilevanti per il settore di appartenenza dell’azienda.

4. Commentare altri blog

Seguite altri blog correlati con il vostri contenuti. Commentate. E, se pertinenti, inserite nei commenti dei riferimenti al vostro sito.  Se l’operazione viene svolta secondo le regole della buona etichetta, il vostro commento non verrà cancellato, verrà apprezzato e verrà indicizzato dai motori di ricerca come un contenuto effettivo del blog ospitante.

5. Ospitare interventi di autori esterni

Ospitate sul vostro sito un intervento di un blogger autorevole. Un’opinione, un’intervista, un approfondimento. Una volta pubblicato l’intervento sul vostro sito, il blogger linkerà la vostra pagina dal suo blog.

6. Allestire guide, tutorial

Pubblicate contenuti unici ed interessanti: si distribuiranno spontaneamente. Progettate un piano editoriale di contenuti, toccando di volta in volta tutti i temi collaterali alla vostra attività, e create contenuti interessanti e unici. Orientatevi a allestire guide e tutorial che non siano soggetti facilmente a invecchiamento, e sviluppate contenuti che risultino sempre validi anche dopo svariati anni. Dedicate una sezione del vostro sito a questi argomenti, e se avete svolto un buon lavoro i contenuti si diffonderanno spontaneamente.

7. Incoraggiare Recensioni

Se il vostro sito è un e-commerce, fare in modo che le vostre schede prodotto abbiano delle recensioni. Uno dei segreti per un buon successo dell’eCommerce sono proprio le recensioni. Aprite profili in tutti i portali che consentono l’inserimento di contenuti: Google MyBusiness, TripAdvisor, EPinions, etc. e incoraggiate l’inserimento di recensioni. Seguitele, rispondete alle buone e cattive recensioni, e prendete ogni occasione per inserire un link al vostro sito.

8. Regalare buoni sconto online

Prevedete di offrire dei buoni sconto scaricabili dal sito, oppure avviate dei concorsi online. Si tratta di temi che attirano l’attenzione di molti utenti, che ne parleranno e che inevitabilmente diffonderanno i link alle vostre pagine.

9 Partecipate ai forum

I forum sono tuttora molto utilizzati da utenti che chiedono soluzioni ai propri problemi; si tratta di pagine che i motori di ricerca indicizzano molto frequentemente. Individuate i forum dove si trattano temi pertinenti alla vostra attività, e monitorate le domande. Quando qualcuno pone una domanda su qualcosa a cui potete rispondere, fatelo, inserendo un link ad una pagina di approfondimento sul vostro sito.

10. Pubblicate online e-book gratuiti, tool e software

Prevedete di allestire una sezione del sito per il download gratuito di strumenti, testi, guide, tutorial, e-book, software, tool pertinenti con il vostro sito. Gli utenti cercano molto frequentemente materiale gratuito, lo troveranno e se lo valuteranno utile e di buona qualità diffonderanno il link alle vostre pagine.

11. Scambiare link con siti “alleati”

Identificate e mantenete buoni rapporti con interlocutori, blogger, altre aziende, correlati alla vostra attività. Chiedete loro la disponibilità di ospitare un riferimento al vostro sito, e date la vostra disponibilità a fare lo stesso. Fate solo attenzione a non accumulare in un unico posto (la classica pagina “Link utili”) questi link. Fate in modo che il riferimento avvenga in maniera naturale nella pagina più opportuna. E fate attenzione che anche nel vostro caso avvenga lo stesso, ovvero di non finire in un angolo della pagina “Altri Link”.

Link building - undici strade per migliorare il ranking del tuo sito - Alberto Pozzi


Alberto Pozzi, Web Manager, progetta e sviluppa soluzioni web e progetti digitali per aziende. Si occupa di strategia digitale, web project management, siti responsivi, social media, progetti SEO, eCommerce, content management.


Commenta